Chiesa senza culto, non chiesa senza comunità

In ottemperanza al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che vieta tutte le cerimonie civili e religiose per contrastare l’emergenza sanitaria in corso, la nostra chiesa sospende i culti e tutte le attività in presenza.
Rispettare le misure disposte dalle autorità per la sicurezza di tutti non significa rinunciare a vivere e coltivare la comunione fraterna, la crescita spirituale, la vitalità del tessuto comunitario.